eventi

“Challenges For Youth” a Taormina per Ta@Buk

Ta@Buk, Festival letterario giunto all’ottavo anno, è dedicato al tema delle Rivoluzioni. E il cambiamento, si sa, parte dai giovani.

Parteciperò, infatti, al tavolo “Challenges For Youth” – Definizione di dialogo strutturato: come promuoverlo e come lavorare con diversi attori istituzionali. Ci vediamo lunedì 25 giugno alle ore 16.00 all’Hotel Villa Diodoro di Taormina

 

ta@buk


“La nostra regione, il nostro futuro”, a Catania il 3° Forum europeo della strategia per la Regione Adriatico Ionica 

La Sicilia e la mia #Catania protagoniste del Mediterraneo e della macroregione Adriatico-Ionica al 3° Forum #EUSAIR. Sono onorata di aprire i lavori, domani alle ore 14 al Monastero dei Benedettini, in qualità di relatrice della Strategia.
Vi aspetto! 

#inpocheparole Domani a Catania 3° Forum internazionale #EUSAIRLa Sicilia e la mia #Catania protagoniste del Mediterraneo e della macroregione Adriatico-Ionica al 3° Forum #EUSAIR. Sono onorata di aprire i lavori, domani alle ore 14 al Monastero dei Benedettini, in qualità di relatrice della Strategia.
Vi aspetto!

http://www.michelagiuffrida.it/la-nostra-regione-il-nostro-futuro-a-catania-il-3-forum-europeo-della-strategia-per-la-regione-adriatico-ionica/

Pubblicato da Michela Giuffrida su mercoledì 23 maggio 2018




Il mio intervento al Meeting dell’Intergruppo Mari fiumi isole e zone costiere

Le Isole europee, soprattutto quelle del Sud Europa che scontano anche le problematiche derivanti dai flussi migratori, hanno la necessità di avere “attenzioni particolari” dalla UE. E’ quello che ho ribadito alla Commissaria europea per lo Sviluppo regionale Corina Cretu, nel mio intervento come vicepresidente dell’Intergruppo europeo sulle Isole durante il meeting sulla “Politica di coesione nelle isole europee dopo il 2020″. È stata una bella occasione di incontro con i vertici istituzionali di altre isole europee che hanno sottoposto ciascuno le proprie istanze alla Commissaria. 
Ho richiamato i recenti passaggi compiuti in Parlamento europeo, prima con l’approvazione della Risoluzione sulla condizione di insularità di cui sono stata relatrice, e poi con il mio rapporto sulle Regioni a ritardo di sviluppo, sollecitando la Commissaria a convocare un tavolo tecnico che a Bruxelles possa fare il punto sull’attuazione di quanto da noi approvato.
La Commissaria Cretu ha riconfermato, dopo il mio invito del mese scorso, la volontà di tornare in visita ufficiale in Sicilia, nel prossimo autunno!


Prima riunione della Commissione parlamentare speciale sui Pesticidi

Con un pizzico di orgoglio vi comunico di essere stata nominata membro della speciale Commissione parlamentare di inchiesta sui Pesticidi che giovedì ha tenuto la sua prima riunione a Bruxelles. Abbiamo un mandato di 9 mesi durante i quali cercheremo di fare chiarezza e dare risposte ai cittadini europei che hanno diritto ad una maggiore trasparenza e alla conoscenza di tutte le informazioni scientifiche disponibili sull’impiego di sostanze che possono comportare rischi per la salute, come il famigerato Glifosato. Ma vi dico di più in questo breve video


Turismo sostenibile per l’ambiente, il mio impegno come Vicepresidente dell’Intergruppo mari fiumi isole e zone costiere

ll mar Mediterraneo e le sue isole sono tra le zone più inquinate del pianeta: in ogni chilometro cubo di acqua del Mare Nostrum si trovano fino a centinaia di chilogrammi di rifiuti plastici, a loro volta vettori di altri inquinanti. È un dato di fatto doloroso che mette a rischio l’ecosistema e l’economia che qui si nutre di turismo. Nei giorni scorsi a Bruxelles, con l’Intergruppo Mari, fiumi e isole costiere di cui sono Vicepresidente, ho organizzato una Conferenza sul turismo sostenibile. Di particolare interesse il panel “Come monitorare i rifiuti marini e gli sprechi turistici?” che è presentato dati e statistiche impressionanti sull’inquinamento di cui soffre il Mare Nostrum. Al termine abbiamo firmato una sottoscrizione per sensibilizzare i cittadini su questo tema importante per il futuro del pianeta e per la nostra stessa salute


Pratiche commerciali sleali in agricoltura, il dibattito sulla direttiva con il Commissario Hogan

Regole comuni contro comportamenti scorretti in agricoltura. Ad esempio l’obbligo di pagamento entro 30 giorni ai fornitori di prodotti alimentari deperibili e divieto di cancellazione last minute di ordini per la stessa categoria di prodotti: sono alcune delle proposte contenute nel progetto di direttiva adottato dalla Commissione Ue per eliminare le pratiche sleali. Lo scopo è tutelare i piccoli agricoltori e i piccoli produttori che spesso rimangono schiacciati da una filiera dove “i grandi” spesso dettano legge