EaSI







EaSI : azioni sperimentali per il reimpiego dei disoccupati over 35

Nell’ambito del programma comunitario EaSI per l’occupazione e l’innovazione sociale è stato lanciato un bando per azioni sperimentali per il reimpiego dei disoccupati over 35 .

” Riattivare ” è il nome della misura pilota che punta a facilitare il rientro al lavoro degli over 35 : una fascia di età critica, in cui spesso le donne e gli uomini hanno già concluso il percorso di studi ed hanno già avuto esperienze lavorative ma che, spesso, affrontano le difficoltà ad inserirsi o reinserirsi stabilmente sul mercato del lavoro in un periodo della vita in cui, di frequente, forte diventa l’esigenza di formare un nucleo familiare.

L’iniziativa mira a coprire un vuoto delle politiche per l’ occupazione, spesso focalizzate su altri target di età (under 30, over 50).

La misura proposta punta ad attivare schemi di mobilità lavorativa mirata in ambito europeo.

Possono promuovere le proposte progettuali consorzi guidati da entità pubbliche o private con specifiche funzioni in materia di collocamento e politiche attive del lavoro ed a cui possono partecipare altre entità pubbliche, private o no-profit. I consorzi devono vedere la partecipazione di almeno 3 diverse entità da tre diversi stati membri UE.

La dotazione della misura è di 3 milioni di euro, con scadenza per la presentazione dei progetti all’ 1 luglio 2016

Per maggiori informazioni consultare la pagina dedicata al bando Easi per azioni sperimentali per il reimpiego dei disoccupati over 35 


EaSI : coinvolgere i lavoratori nella guida delle imprese

Nell’ambito del programma comunitario per l’occupazione e l’innovazione sociale EaSI , la Direzione Generale Occupazione, affari sociali e inclusione della Commissione Europea ha lanciato un bando per iniziative volte al coinvolgimento dei lavoratori nella guida delle imprese.

Obiettivo della misura è stimolare la partecipazione dei dipendenti alle scelte delle aziende e la possibilità di contribuire a determinare le stesse, migliorando gli ambienti di lavoro e la produttività.

Le attività previste come finanziabili sono:

  • svolgimento di conferenze, seminari, attività formative, redazione e pubblicazione di manuali e documenti, scambio di informazioni sulle migliori pratiche;
  • analisi, studi e ricerche;
  • realizzazione di siti web, pubblicazioni, newsletter ed altri strumenti informativi

Possono promuovere le proposte progettuali le organizzazioni stabilite a livello europeo che rappresentino rispettivamente i lavoratori dipendenti o le imprese, ovvero consorzi fra organizzazioni dello stesso tipo di livello nazionale che coinvolgano più di un paese europeo. Altri soggetti pubblici e privati possono essere coinvolti come partner su segnalazione delle organizzazioni datoriali o sindacali.

Ciascun progetto dovrà prevedere una spesa minima di almeno 108.000 euro, con un massimo di contributo comunitario al 90% dei costi.

Il termine di scadenza per la presentazione delle proposte è fissato al 17 giugno 2016

Per maggiori informazioni consultare la pagina dedicata al bando sul sito EaSI


EaSI : bando per “misure di informazione e formazione a favore delle organizzazioni di lavoratori “

Nell’ambito della programmazione comunitaria EaSI la DG Occupazione della Commissione Europea ha lanciato un bando per ” misure di informazione e formazione a favore delle organizzazioni di lavoratori “.

L’iniziativa sostiene misure e iniziative volte a rafforzare la capacità delle organizzazioni dei lavoratori ad affrontare i cambiamenti nel settore dell’occupazione a livello europeo e transnazionale. Il bando co-finanzia azioni del tipo: conferenze, seminari, tavole rotonde, studi, indagini, pubblicazioni, corsi di formazione, strumenti di formazione, creazione di reti e sviluppo e scambio di buone pratiche.

Possono promuovere le proposte progettuali le organizzazioni dei lavoratori (sindacati, associazioni professionali) su scala pan-europea ed esterna.

Il finanziamento comunitario a disposizione del bando è pari a 4.050.000 euro. Co-finanziamento comunitario compreso tra 150.000 euro e 500.000 euro.

La scadenza per la presentazione delle candidature è fissata al 27 maggio 2016

Per maggiori notizie consultare la pagina dedicata al bando EaSI per misure di informazione e formazione a favore delle organizzazioni di lavoratori 


EaSI : bando mobilità mirata ( Your First Eures Job )

La DG Occupazione , Affari sociali ed inclusione della Commissione Europea ha lanciato il bando 2016 per la mobilità mirata dei lavoratori ( Your First Eures Job ).

La misura, finanziata nell’ambito del programma EaSI (programma 2014/2020 dell’UE per l’occupazione e l’innovazione sociale), mira a facilitare la mobilità professionale transnazionale dei lavoratori su scala europea, superando gli ostacoli che rendono difficile l’incontro fra domanda ed offerta di lavoro, con particolare riferimento alle esigenze di specifici gruppi di destinatari, di determinati settori economici, ambiti professionali e paesi.Obiettivi specifici del programma sono :

1.  promuovere l’esercizio della libertà di circolazione dei lavoratori, sancita dal trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFU E, articolo 45);

2. contribuire a:

- coprire posti che sono difficili da coprire con manodopera giovane disponibile a livello UE ed EFTA/SEE17;

 – sviluppare servizi globali di sostegno alla mobilità nei paesi dell’UE e dell’EFTA/SEE e migliorare la qualità dei servizi offerti ai datori di lavoro che intendano assumere lavoratori di altri paesi dell’UE e dell’EFTA/SEE;
– promuovere i servizi transfrontalieri per l’incontro tra domanda e offerta e di collocamento per apprendisti e tirocinanti, considerato che rappresentano un elemento cruciale per favorire il passaggio dal mondo dello studio a quello del lavoro;
– affrontare gli ostacoli che si frappongono alla mobilità del lavoro;

3. sperimentare metodi innovativi per migliorare l’integrazione dei giovani candidati mobili nel paese ospitante, favorendo in particolare lo sviluppo di una “cultura dell’accoglienza/integrazione”.

I progetti dovranno essere presentati da consorzi transnazionali composti da almeno sette organizzazioni (con sede in diversi stati dell’UE), di cui almeno cinque devono già essere partner Eures . Possono partecipare ai citati consorzi le organizzazioni pubbliche e private attive nel campo dei servizi al lavoro (collocamento, orientamento professionale, servizi connessi) nonché, come partner, soggetti pubblici e privati che prestino servizi in settori connessi e/o complementari.

Ciascun progetto dovrà prevedere l’attivazione di partenariati, rivolti ai lavoratori ed alle parti datoriali, nel campo del collocamento (comparto obbligatorio) e in almeno uno dei due settori dei tirocini e degli apprendistati.

Termine per la presentazione delle proposte progettuali è il 18 marzo 2016

Per ogni ulteriore informazione consultare la pagina dedicata al bando mobilità mirata ( Your First Eures Job EaSI ) sul sito della Commissione Europea