giovani

Consultazione pubblica UE sulle politiche giovanili

La Commissione Europea ha lanciato una consultazione pubblica sulle politiche giovanili UE .

Scopo del sondaggio è quello di conoscere l’opinione dei cittadini europei e delle associazioni ed organizzazioni che operano nel settore degli interventi per i giovani su:

al fine di migliorare  la cooperazione e le future iniziative sulle politiche giovanili dell’Unione.

La consultazione rimarrà aperta fino al 16 ottobre 2016

Per partecipare visitare la pagina dedicata alla consultazione pubblica UE sulle politiche giovanili sul sito EuSurvey


Yo! Fest : a febbraio 2017 l’ottava edizione

Yo! Fest è il nome dell’iniziativa annuale promossa dal Forum Europeo dei Giovani , organizzazione composta dai riferimenti nazionali giovanili ( per l’Italia il Forum Nazionale Giovani ) e dalle organizzazioni internazionali a dimensione europea.

La prossima edizione di Yo! Fest si terrà a Maastricht , nei Paesi Bassi , in luogo simbolico per la storia della costruzione europea ed in occasione dei 25 anni dal trattato che ha dato vita all’attuale sistema istituzionale e giuridico europeo.

L’evento, che si terrà nel Febbraio 2017, offrirà l’opportunità a migliaia di giovani di discutere tra loro e con i politici su come cambiare in meglio l’Europa. L’evento verrà gestito in partenariato con la Città di Maastricht e la Provincia di Limburg e rappresenterà uno degli eventi chiave per le celebrazioni del 25° anniversario del Trattato di Maastricht. L’evento unirà dibattiti politici, workshop tematici, attività educative, musica dal vivo e performance artistiche, creando un’unica e significativa performance artistica per i giovani. Parteciperanno all’iniziativa anche decisori politici, quali ad esempio i membri del Parlamento Europeo e della Commissione Europea per discutere insieme ai giovani sul futuro dell’Europa.

Per scoprire come partecipare e per maggiori notizie consultare la pagina dedicata all’ Yo! Fest 2017


Concorso : come l’ UE può incoraggiare più giovani a diventare imprenditori?

In occasione della Settimana Europea delle Piccole e Medie Imprese ( PMI ) 2016 la Commissione Europea ha lanciato un concorso sul tema “Come l’ UE può incoraggiare più giovani a diventare imprenditori?”

Il concorso mira a selezionare e premiare gli scritti più interessanti in materia che potranno fornire spunti per impostare politiche innovative a sostegno dell’imprenditorialità giovanile.

Possono partecipare al concorso i giovani di età compresa fra i 16 ed i 25 anni da tutti i paesi UE e dagli altri stati partner del programma COSME inviando uno scritto in lingua inglese di lunghezza non superiore a 2.500 parole.

Il primo classificato avrà la possibilità di esporre il proprio componimento in occasione dell’assemblea europea delle PMI in programma a Bratislava nel novembre 2016. I costi di viaggio e soggiorno saranno a carico dell’organizzazione.

Il termine per partecipare, inviando il proprio scritto sulla pagina internet dedicata, è fissato al 2 settembre 2016

Per ogni ulteriore informazione visitare la pagina del concorso di scritti giovanili della Settimana Europea delle PMI

 


Dialogo strutturato : consultazione UE per un’Europa a misura dei giovani

Il Dialogo Strutturato è uno strumento e un processo di partecipazione dei giovani, elaborato dalla Commissione europea per promuovere una riflessione congiunta su una tematica comune e facilitare la collaborazione a livello europeo nel campo delle politiche giovanili. Il dialogo prevede una consultazione pubblica su più fasi allo scopo di rendere partecipi i giovani europei nella costruzione delle politiche comunitarie.

L’ Agenzia Nazionale Giovani , responsabile dell’implementazione del dialogo strutturato per l’Italia, in collaborazione con altri enti pubblici e realtà giovanili ha lanciato il V ciclo di consultazione : tramite un questionario online i giovani potranno rispondere per contribuire a rendere questa Europa più “youthfriendly” e maggiormente vicina ai loro bisogni e aspettative. Il questionario è anonimo e consente risposte aperte ed articolate.

Il tema della consultazione di questo ciclo è ” Ready for life, Ready for society! ” e rimarrà aperto ai contributi di chiunque fino al 17 luglio 2016.

Per partecipare visitare la pagina dedicata al questionario UE per i giovani del Dialogo Strutturato sul sito dell’ Agenzia Nazionale Giovani


Concorso “Noi e gli Altri” raccontare l’esperienza europea con Erasmus

“Noi e gli altri” è il titolo del concorso, lanciato dall’ Agenzia Nazionale Giovani e dal Festival Taobuk , che premierà i migliori elaborati scritti sulle esperienze vissute dai giovani negli altri paesi europei nell’ambito dei programmi di mobilità Erasmus plus .

Il concorso, rivolto ai giovani dai 18 ai 30 anni, è articolato in due sezioni di competizione : racconto breve e reportage giornalistico.

Entrambe le sezioni devono ispirarsi al tema “Noi e Gli Altri”, volto appunto ad esplorare il concetto di alterità come essenziale nella costruzione di una cultura del dialogo di civiltà, così come la filosofia che anima i progetti di mobilità europea patrocinati dall’ Agenzia Nazionale Giovani. I ragazzi che hanno già partecipato ad esempio al programma Erasmus Plus hanno sperimentato e fatto proprio quel patrimonio di valori alla base dell’Europa, quali l’accoglienza, la solidarietà, l’educazione al confronto e al dialogo.

La selezione, operata dalla giuria rappresentata dagli organismi promotori, Taobuk e ANG, da rappresentanti del mondo della narrativa e dell’editoria, prevede un vincitore per sezione e dieci menzioni d’onore.

Gli elaborati, della dimensione massima di 5.400 battute, dovranno essere inviati via mail entro il 15 luglio 2016

I vincitori potranno partecipare all’inagurazione dell’edizione di Taobuk (con vitto ed alloggio a carico dell’organizzazione) e saranno pubblicamente premiati nell’ambito della prestigiosa rassegna letteraria in programma a Taormina per il 10 ed 11 settembre.

Per maggiori informazioni consultare la pagina dedicata al concorso “Noi e gli Altri” sul sito di Taobuk

 


Bando Garanzia Giovani per il recupero formativo di minori e giovani sottoposti a procedimenti penali

Nell’ambito del programma comunitario Garanzia Giovani il Ministero dell’Istruzione ( MIUR ) ed il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali hanno lanciato un bando per azioni di recupero formativo di minori e giovani sottoposti a procedimenti penali .

Scopo dell’azione è quello di favorire la formazione dei ragazzi , che non stiano già seguendo attività di istruzione o lavorative ( NEET ), per facilitarne il rientro proficuo nella società e la ricerca di un’occupazione.

Sono destinatari degli interventi oggetto del presente avviso, 1.000 giovani distribuiti tra le Regioni e P.A. ( individuate quali Organismi Intermedi del PON Garanzia Giovani ) , sottoposti a provvedimenti penali, affidati ai Servizi di Giustizia Minorile con un’età compresa tra i 15 e i 25 anni.

I progetti nel complesso dovranno essere svolti in collaborazione con i referenti delle strutture territoriali di Giustizia Minorile (Centri di Giustizia Minorile, Istituti Penali Minorili, Centri di Prima Accoglienza, Comunità Ministeriali, Uffici di Servizio Sociale per i Minorenni). Ai fini di una maggiore valorizzazione in termini di valutazione, le relative proposte progettuali dovranno essere fortemente caratterizzate da una puntuale analisi del contesto territoriale in cui le attività sono programmate e, di conseguenza, dalla evidenza in merito alla loro reale fattibilità.

I progetti dovranno prevedere lo svolgimento delle seguenti azioni:

  • Accoglienza e informazioni sul programma
  • Accesso alla garanzia (presa in carico, colloquio individuale e profiling, consulenza orientativa)
  • Orientamento specialistico o di II livello
  • Formazione mirata all’inserimento lavorativo

Possono promuovere i progetti i soggetti accreditati all’erogazione di servizi per il lavoro, singolarmente o nell’ambito di partnership (ATI/ATS) con il coinvolgimento di Enti di formazione, Istituti scolastici, Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti, Agenzie per il lavoro, Centri per l’Impiego, Enti del terzo settore, ecc.

Il budget complessivo della misura è di 4.150.200 euro, con scadenza per la presentazione delle proposte progettuali via PEC al 19 maggio 2016

Per maggiori informazioni consultare il testo del Bando Garanzia Giovani per il recupero formativo di minori e giovani sottoposti a procedimenti penali sul sito del MIUR



Servizio volontario europeo : bandi per varie destinazioni

Nell’ambito del Servizio Volontario Europeo , strumento inserito nella programmazione Erasmus + , sono attivi diversi bandi per diverse destinazioni in Europa.

In particolare sono aperte le selezioni per i seguenti progetti:

  • Wittelsheim, Francia, attività agricola e di educazione agroambientale (9 mesi), scadenza 20 aprile 2016
  • Kassel, Germania, animazione per bambini (9 mesi), scadenza 26 aprile 2016
  • Meyssac, Francia, promozione dello sport (12 mesi)  scadenza 30 aprile 2016
  • Vienna, Austria, accoglienza rifugiati (12 mesi)
  • Orleans, Francia, informazione europea per i giovani (12 mesi)

Per maggiori informazioni sui bandi consultare la pagina dedicata al Servizio Volontario Europeo sul sito del Progetto giovani Padova


Agevolazioni per l’insediamento di giovani in agricoltura

L’ ISMEA , organismo controllato dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali , ha lanciato un bando volto a favorire l’insediamento dei giovani in agricoltura .

La misura intende favorire il rinnovamento generazionale nel settore agricolo , permettendo ai giovani (under 40) di inserirsi all’interno di un comparto vitale per l’economia e che offre opportunità di lavoro e di vita.

L’agevolazione, che s’inserisce tra quelle ammissibili secondo la disciplina comunitaria, consiste nell’erogazione di contributi in conto interessi per l’acquisto di fondi agricoli (ovvero affitto quindicennale), nella misura massima complessiva di 70.000 euro per beneficiario.

Requisiti richiesti per accedere all’agevolazione sono:

  • l’essere cittadini di uno stato UE, residenti in Italia e di età compresa fra i 18 ed i 40 anni
  • il possesso di idonea formazione all’attività agricola (diploma di scuola superiore di indirizzo agrario o laurea in agraria e discipline affini o un’esperienza di lavoro agricolo certificata di almeno due anni dopo l’assolvimento dell’obbligo scolastico ovvero, infine, la frequenza di percorsi formativi ad hoc. E’ inoltre consentito, a chi non possedesse in atto il requisito, di assumere l’impegno di regolarizzare la propria posizione entro 36 mesi)
  • possesso di partita IVA ed iscrizione camerale e previdenziale come impresa agricola

Possono peraltro accedere al bando oltre alle aziende individuali anche le società cooperative e di capitali purché dedite esclusivamente all’agricoltura e composte in maggioranza da giovani under 40 (e amministrate dagli stessi).

Il valore dell’investimento, che deve essere proporzionato alle caratteristiche del fondo agricolo, deve essere compreso fra 250.000 e 2.000.000 di euro (la soglia minima scende a 100.000 euro nei soli casi di affitti quindicennali), e deve prevedere un periodo complessivo di ammortamento non superiore a 30 anni.

La misura prevede la selezione “a sportello” ferma restando la valutazione tecnica delle richieste.

Il termine per la presentazione delle richieste, sull’apposita piattaforma telematica, è fissato al 10 giugno 2016

Per ogni ulteriore informazione consultare la pagina dedicata al bando per l’insediamento di giovani in agricoltura sul sito ISMEA


Erasmus + : l’ Agenzia Nazionale Giovani pubblica le linee guida per gli scambi

Al fine di facilitare l’accesso alle opportunità del programma comunitario Erasmus + , superando le criticità più frequenti emerse in fase di valutazione delle domande di finanziamento, l’ Agenzia Nazionale per i Giovani ha pubblicato un breve documento recante indicazioni per i beneficiari.

Il testo, in particolare, mira a fornire ai soggetti proponenti di azioni nell’ambito del settore giovanile e degli scambi culturali ( KA1 ), fornendo delle linee guida per una progettazione di qualità. La nota non costituisce una guida alla progettazione ma fornisce utili indicazioni su alcuni aspetti di particolare rilievo.

Per consultare il testo delle linee guida sugli scambi KA1 Erasmus + visitare il link alla pagina sul sito dell’ Agenzia Nazionale Giovani