legalità


PON Legalità : i fondi UE per la sicurezza e la crescita nel Mezzogiorno

Il PON Legalità è uno degli strumenti della programmazione 2014/2020 dei fondi strutturali dell’Unione Europea, focalizzato sugli interventi per la prevenzione ed il contrasto della criminalità ed il miglioramento dei livelli di sicurezza nel Mezzogiorno d’Italia.

Il Programma Operativo Nazionale , adottato dalla Commissione Europea  il 21 ottobre 2015,  ha una dotazione finanziaria a disposizione di circa 377 milioni di Euro ed ha come obiettivo principale quello di rafforzare le condizioni di legalità per  i cittadini e le  imprese  al  fine di dare  un nuovo impulso allo sviluppo economico e migliorare la coesione sociale delle Regioni «meno sviluppate» Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

Il PON, gestito dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno, si articola in cinque assi  prioritari che prevedono:

  • interventi per rafforzare  l’azione della PA nel contrasto alla corruzione e alla criminalità organizzata  e la realizzazione di sistemi informativi per la Pubblica Amministrazione ed, in particolare,  per le Prefetture;
  • azioni per migliorare le condizioni di legalità delle aree strategiche per lo sviluppo economico;
  • iniziative per  l’inclusione sociale attraverso il recupero dei patrimoni confiscati o inutilizzati;
  • interventi per l’inclusione sociale e la diffusione della legalità;
  • progetti per migliorare le competenze del personale della PA nel contrasto alla corruzione e alla criminalità organizzata.

Tra le principali novità: gli interventi di presidio tecnologico del territorio (es. videosorveglianze, sistemi di monitoraggio ambientale) saranno circoscritti ad aree strategiche per lo sviluppo particolarmente vulnerabili da  individuare  anche attraverso lo strumento degli accordi territoriali di sicurezza; i progetti  per la realizzazione di sistemi informativi per la PA dovranno offrire supporto ai Comuni su temi come anti-corruzione, appalti e trasparenza e si affiancheranno a sistemi per l’analisi intelligente dei dati per la prevenzione e il contrasto alle infiltrazioni mafiose nel sistema imprenditoriale; interventi di ristrutturazione di beni confiscati verranno prioritariamente finanziati per il perseguimento di fini istituzionali (es. per la creazione di centri di accoglienza per immigrati regolari e richiedenti asilo e protezione internazionale) e sarà realizzata  una piattaforma “open data” sul recupero e la gestione dei patrimoni confiscati. Il  30 % delle risorse a disposizione del Programma saranno dedicate alla formazione, sui  temi quali l’assistenza nella gestione di impresa per le vittime di racket e usura, la gestione dei beni immobili e delle aziende confiscate, i percorsi di reinserimento sociale e lavorativo di soggetti a rischio devianza, i servizi di accoglienza per immigrati regolari e richiedenti asilo. Sono, inoltre,  previste azioni per il rafforzamento delle competenze della PA, degli enti locali, del personale dell’ANBSC e della Forze di Pubblica Sicurezza.

Per approfondire le misure previste consultare il testo del PON Legalità sul sito sicurezzasud.it


Mozione sul Paraguay: aspetti giuridici legati alla gravidanza di minori

Il 19% delle gravidanze in Paraguay viene portato avanti da minorenni. Storie di abusi sessuali e violenze domestiche sono i retroscena che troppo spesso si traducono in aborti e tassi di mortalità materna drammaticamente elevati. E’ per denunciare questo scandalo che ho firmato la mozione sul Paraguay e gli aspetti legali correlati al fenomeno della gravidanza infantile.


“Internet forensics”: combattere la criminalità sul web

Cos’è “Internet forensics”?  E’ l’insieme delle tecniche e dei metodi di indagine che si basano su Internet come mezzo impiegato dalla criminalità organizzata per scambiare dati e informazioni. Per imprese, centri di ricerca,e ONG, fino al 27 agosto, sarà possibile proporre metodi e strumenti per raccogliere sul web dati e informazioni utili alle indagini forensi, garantendo al tempo stesso la privacy degli utenti. Ci sono 42 milioni di euro per finanziare i progetti migliori. Leggi di più cliccando qui.



A Catania, alla cerimonia celebrativa del 163esimo della Polizia

Stamattina a Catania ho partecipato alla cerimonia celebrativa del 163esimo della Polizia.
Una festa sobria, per dire grazie a chi garantisce, anche a costo della vita, legalità e sicurezza. Riferendosi all’emergenza immigrazione, il questore Cardona ha definito Catania un esempio di solidarietà ed accoglienza. “Una città che, a differenza di altre, non ha mai manifestato o protestato contro gli immigrati, anzi li ha sempre aiutati”.
Orgogliosa della grande generosità e ospitalità della mia città e dei miei concittadini!

163esimo polizia 2