Alimentazione forzata nella produzione di foie gras

Alimentazione forzata nella produzione di foie gras

L’alimentazione forzata, illegale in 23 Stati membri, è osteggiata da un’ampia maggioranza di cittadini dell’Unione, che si aspettano di essere rappresentati dalle loro istituzioni.

Nel corso dell’attuale legislatura sono state presentate circa 50 interrogazioni concernenti l’alimentazione forzata nella produzione di foie gras, molte delle quali hanno chiesto esplicitamente alla Commissione di intervenire per sopprimere il requisito del peso minimo del fegato di cui al regolamento (CE) n. 543/2008 al fine di consentire la produzione di foie gras senza alimentazione forzata. Questa misura semplice e priva di costi consentirebbe ai consumatori di realizzare il cambiamento a lungo atteso.

Finora i progressi compiuti sono stati limitati.

Le risposte della Commissione sono state talvolta incoerenti e la valutazione attesa dal 2016 non è ancora disponibile.

La riunione con i deputati al Parlamento europeo, annunciata in gennaio dai commissari, non ha ancora avuto luogo.

Può la Commissione rispondere ai seguenti quesiti:

Intende la Commissione impegnarsi ad agire con fermezza su un tema che sta a cuore a molti cittadini dell’UE?

Intende la Commissione impegnarsi a incontrare i deputati al Parlamento europeo nel breve periodo?

Ecco la risposta fornita dal Commissario Hogan