Bando per progetti di formazione giudiziaria comune europea

Bando per progetti di formazione giudiziaria comune europea

Nell’ambito del programma Giustizia 2014/2020 dell’UE è stato lanciato un bando per progetti di formazione giudiziaria transnazionali in materia di giustizia penale, civile e diritti fondamentali.

La misura, promossa dalla DG Giustizia della Commissione Europea, mira a rafforzare la cooperazione fra gli stati UE nel settore della giurisdizione , consolidando il patrimonio comune di cultura giuridica e tutela dei diritti che appartiene alla civiltà europea, migliorando anche l’approccio nelle sempre più frequenti azioni giudiziarie che interessano parti di più stati.

La call è rivolta alle amministrazione ed agenzie pubbliche ed alle organizzazioni senza fini di lucro (società private ed aziende possono cooperare come partner) dei paesi UE aderenti al programma Giustizia 2014/2020 (tutti tranne Regno Uniti e Danimarca), nonché di Albania e Montenegro, e vede come destinatari delle azioni tutti i soggetti coinvolti nell’attività giurisdizionale (magistrati, avvocati, personale amministrativo degli uffici giudiziari, periti, interpreti, ecc…).

In particolare le attività di formazione giudiziaria potranno includere:

  • organizzazione di seminari
  • scambi fra professionisti del settore
  • eventi ed iniziative formative transnazionali
  • visite di studio
  • realizzazione e pubblicazione di testi e materiale didattico anche in e-learning
  • strumenti di aggiornamento dei formatori

I progetti di formazione giudiziaria potranno ricevere il contributo comunitario per un massimo dell’80% dei costi ammissibili. Il budget complessivamente assegnato è di 5.350.000 euro

Per maggiori informazioni consultare la pagina del bando per progetti di formazione giudiziaria comune europea