Bando UE per progetti contro le discriminazioni

Bando UE per progetti contro le discriminazioni

Nell’ambito del programma comunitario Diritti Uguaglianza Cittadinanza è stato lanciato un bando per progetti volti alla concreta affermazione del principio di non discriminazione in ogni ambito sociale, professionale e scolastico.

In particolare i progetti potranno prevedere lo svolgimento di azioni di:

  • raccolta ed analisi di dati sulle discriminazioni e sull’implementazione delle norme per la prevenzione ed il contrasto
  • supporto alle vittime
  • capacity building e formazione degli operatori
  • scambio di buone pratiche
  • eventi e campagne di sensibilizzazione ed informazione

La misura prevede diversi topic tematici:

  1. promozione della cultura della gestione della diversità nel settore pubblico e privato (budget disponibile 500.000 euro)
  2. lotta alle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale (1.100.000 euro)
  3. lotta alle discriminazioni basate sull’appartenenza religiosa, etnica o razziale (1.000.000 di euro)
  4. rafforzamento della lotta contro il pregiudizio e le discriminazioni a danno delle persone di etnia rom/romanì (1.000.000 di euro)
  5. potenziare la raccolta di dati in materia di uguaglianza nel settore pubblico e privato (400.000 euro)

Possono promuovere le proposte progettuali consorzi e partenariati, anche transnazionali, composti da almeno due soggetti legalmente costituiti (enti ed amministrazioni pubbliche, università, enti no profit ed associazioni, fondazioni) in un paese aderente al programma Diritti Uguaglianza Cittadinanza . Le imprese potranno partecipare esclusivamente come soggetti partner.

Il contributo comunitario potrà essere compreso fra un minimo di 100.000 ed un massimo di 250.000 euro per ciascun progetto.

Le proposte progettuali dovranno essere inviate online entro il 20 giugno 2019

Per ogni ulteriore informazione consultare la pagina del bando UE per progetti contro le discriminazioni