Insularità e consultazione servizi aerei

Insularità e consultazione servizi aerei

Volotea, la compagnia aerea low cost che collega città di medie e piccole dimensioni in Europa, ha effettuato sabato 26 maggio il volo inaugurale Ancona-Palermo e ha confermato il volo per Catania per il periodo estivo. Ma questo è solo un esempio, seppur virtuoso, della realizzazione di migliori collegamenti per la Sicilia, che tardano ad arrivare e mancano dell’adeguato sostegno da parte europea, che non tiene ancora in debita considerazione la condizione di insularità del territorio.

Dal 15 marzo al 7 giugno 2018, in linea con gli orientamenti per legiferare meglio, si sono svolte due ampie consultazioni in parallelo per la valutazione ex post e la valutazione d’impatto del regolamento (CE)1008/2008 recante norme comuni per la prestazione di servizi aerei nell’UE/SEE. La Commissione europea ha avviato quindi una valutazione, cui farà seguito una valutazione d’impatto in vista di un’eventuale revisione del regolamento.

Può la Commissione chiarire se e come ha tenuto in considerazione la condizione di insularità:
1) Nella valutazione d’impatto ed ex post?
2) Nella consultazione pubblica aperta effettuata dalla Commissione stessa?
3) Intende prenderla in considerazione in vista dell’eventuale revisione del regolamento servizi aerei?

Alla mia interrogazione ha risposto la Commissaria Violeta Bulc