Sui tatari di Crimea

Sui tatari di Crimea

Dopo l’illegale annessione della Crimea da parte della Federazione Russa, in spregio al diritto internazionale, la situazione dei diritti umani della popolazione della penisola ha subito un grave peggioramento. Particolarmente esposti risultano gli appartenenti alle minoranze etnico-linguistiche, da sempre insediati nella regione, come i tatari . L’atteggiamento gravemente repressivo del governo russo, che illegalmente occupa parte del territorio di un altro stato, è assolutamente intollerabile. L’Europa faccia sentire forte la propria voce a difesa dei diritti umani e per il ripristino della legalità internazionale: questo il senso della proposta di risoluzione da me condivisa.