PROPOSTE DI RISOLUZIONE

PROPOSTE DI RISOLUZIONE

Terremoto in Italia centrale

28 novembre 2016

La grande tragedia che ha colpito un vasto territorio nell’Italia centrale non può vedere l’UE indifferente: l’Unione fornisca un supporto concreto logistico e finanziario all’emergenza ed alla ricostruzione ed aiuti il governo italiano nella difficile opera per restituire serenità alle popolazioni stremate, escludendo le spese per la ricostruzione dai vincoli...

Risoluzione sui pericoli della proliferazione nucleare

26 ottobre 2016

La minaccia delle armi atomiche e la proliferazione nucleare che hanno tristemente segnato il secolo passato sembrano, purtroppo, ritornare di attualità. In particolare il regime nord-coreano sta sviluppando un programma missilistico che costituisce una ferma minaccia alla pace mondiale e molto preoccupante è anche lo schieramento di armi nucleari russe nell’enclave di Kaliningrad...

Libertà di stampa in Turchia

24 ottobre 2016

La Turchia ha intrapreso una pericolosa deriva autoritaria che si sta concretizzando anche in forti limitazioni alla libertà di stampa, arresti ed intimidazioni ai giornalisti e la repressione delle voci libere. Il comportamento di Ankara allontana il paese dai valori fondamentali dell’UE cui vorrebbe aderire. L’Europa faccia sentire forte la propria voce contro ogni abuso […]...

Risoluzione sulla situazione a Mosul e nell’Iraq settentrionale

24 ottobre 2016

L’importante città di Mosul, occupata dalle forze terroristiche dell’ISIS/Daesh, è oggi sotto attacco da parte delle forze di liberazione regolari irachene e curde. L’UE deve sostenere gli sforzi per eradicare il terrorismo fondamentalista ma anche per affrontare i problemi sociali ed etnici che hanno favorito le bandiere nere. Questo lo spirito della proposta...

Situazione in Thailandia e caso Andy Hall

6 ottobre 2016

La Thailandia è un importante partner commerciale, politico e culturale dell’Europa. Purtroppo non sono rari i casi di violazione dei diritti umani in questo grande paese: un recentissimo esempio è il caso dell’attivista Andy Hall, punito con una pena detentiva ed una multa per aver semplicemente documentato le inaccettabili condizioni di lavoro in un’azienda di […]...

Proposta di risoluzione sul Ruanda ed il caso di Victoire Ingabire

5 ottobre 2016

Il Ruanda è uscito da una sanguinosa guerra civile interetnica che ha visto orrori inerrabili. L’UE ha sostenuto e sostiene la ricostruzione del paese e la riconciliazione ma non può tacere di fronte ai gravi casi di violazione dei diritti umani, fra i quali quello che riguarda l’esponente dell’opposizione Victorie Ingabire Umuhoza, detenuta con accuse pretestuose […]...

Proposta di risoluzione comune sul Sudan

5 ottobre 2016

Il governo sudanese si conferma, purtroppo, “campione” nella negazione dei diritti umani e nell’uso della violenza contro il suo stesso popolo. Emergono prove dell’uso di armi chimiche, di abusi sui numerosi profughi e rifugiati, di arresti arbitrari come del sistematico uso della tortura e di repressione del dissenso da parte di un regime guidato da […]...

Risoluzione del Parlamento Europeo sulla situazione in Somalia

20 settembre 2016

La situazione in Somalia continua a rimanere molto critica dopo oltre due decenni di guerra civile che hanno distrutto l’economia e la società e si sono accompagnate con gravissimi violazioni dei diritti umani. L’Europa deve svolgere un ruolo da protagonista nel sostenere la ricostruzione del paese, la lotta contro il terrorismo di Al Shabaab e […]...

Risoluzione del Parlamento europeo sul Vietnam

8 giugno 2016

Il Vietnam è un paese dal forte dinamismo economico e legato da importanti relazioni con l’Europa. Purtroppo, nonostante alcuni importanti progressi, permangono molti casi di violazione dei diritti umani e delle libertà fondamentali. Nell’incoraggiare i positivi sviluppi l’Europa deve ribadire la ferma richiesta nei confronti del Vietnam di un rispetto sostanziale delle...

Risoluzione del Parlamento europeo sulla Cambogia

8 giugno 2016

La Cambogia sta purtroppo sperimentando una difficile fase politica contrassegnata da gravi e pesanti restrizioni alle libertà fondamentali ed ai diritti umani. L’UE, come partner privilegiato e finanziatore intervenga con forza perché vengano garantiti i diritti ed il pluralismo politico e sociale. Ecco perché ho condiviso questa proposta di risoluzione....

Risoluzione del Parlamento europeo sulla situazione in Venezuela

7 giugno 2016

La situazione politica e dei diritti umani in Venezuela è sempre più preoccupante . Il regime di Caracas ricorre a sistematiche restrizioni contro gli oppositori e sta forzando, mediante la dichiarazione di stato di emergenza, le ultime garanzie costituzionali, dirottando peraltro l’attenzione delle forze di polizia verso compiti impropri invece di quelli di contrasto alla […]...

Sulla situazione a Gibuti

14 maggio 2016

Gibuti è un piccolo paese nella tormentata regione del Corno d’Africa che ha sviluppato una partnership strategica con l’Europa ed il mondo libero. Nonostante una condizione politica ed economica certamente assai migliore rispetto ai paesi confinanti ed il positivo impegno su alcuni fronti (ad esempio quello della lotta alle mutilazioni genitali femminili), emergono serie...

Situazione nel Gambia

14 maggio 2016

Il Gambia , piccolo paese dell’Africa occidentale, è purtroppo oppresso da un regime autocratico che nega i diritti umani elementari. Il governo in carica, che ha assunto il potere a seguito di un golpe e che ha confermato la sua posizione a mezzo di elezioni ritenute non libere e corrette, ricorre sistematicamente ad arresti, torture, […]...

Sui tatari di Crimea

14 maggio 2016

Dopo l’illegale annessione della Crimea da parte della Federazione Russa, in spregio al diritto internazionale, la situazione dei diritti umani della popolazione della penisola ha subito un grave peggioramento. Particolarmente esposti risultano gli appartenenti alle minoranze etnico-linguistiche, da sempre insediati nella regione, come i tatari . L’atteggiamento gravemente...

Relazioni commerciali tra l’UE e la Cina e sullo status di economia di mercato

14 maggio 2016

L’UE e la Cina costituiscono due tra le maggiori potenze commerciali ed economiche del mondo e sono tra loro legate da intensi scambi di merci e servizi, con un interscambio giornaliero che supera il milardo di euro. La Cina e l’UE, quali aderente all’Organizzazione Mondiale del Commercio (WTO), sono chiamate a regolamentare opportunamente i regimi […]...

Seguito e riesame dell’ Agenda 2030

14 maggio 2016

L’ Agenda 2030 , adottata al vertice ONU di New York del 25 settembre 2015 , fissa importanti ed ambiziosi obiettivi per uno sviluppo sostenibile . L’Unione Europea può giocare una fondamentale posizione di leadership per la definizione e l’implementazione di interventi globali volti al contrasto alla povertà ed alla sostenibilità ambientale dello sviluppo economico. […]...

Diritti umani in Nigeria

13 aprile 2016

La situazione in Nigeria continua a presentare gravi e ripetute violazioni dei diritti umani fondamentali. L’azione dell’estremismo islamico, che trova sponda nel movimento terroristico Boko Haram , unita alle generali difficoltà di un paese multietnico, in via di sviluppo, e con limitata capacità istituzionale di garantire lo stato di diritto, si ripercuote pesantemente sulla...

Situazione dei diritti umani e degli attivisti in Honduras

13 aprile 2016

La situazione dei diritti umani in Honduras risulta tra le più critiche nell’intera regione centro-americana. Il paese, infatti, è afflitto da altissimi livelli di violenza per mano di bande criminali e, d’altro canto, pesanti restrizioni alle libertà fondamentali sono operate dalle agenzie pubbliche di sicurezza. Particolari preoccupazioni emergono poi per le persone LGBT, per...

Situazione in Pakistan e attacco terroristico a Lahore

13 aprile 2016

La situazione in Pakistan risente della pesante offensiva da parte del terrorismo di matrice fondamentalista islamico, culminato nel terribile attacco che ha tolto la vita a 74 persone nella città di Lahore. L’Europa ribadisca il suo sostegno nella lotta al terrorismo che deve comunque accompagnarsi con la tutela dei diritti umani e delle libertà civili […]...

Load More